www.marchispa.it

lavoro chef

Pizza e Street food in Cooking-room

No Comments

La pizza e lo street food hanno sempre più estimatori – per la praticità al consumo, la velocità all’acquisto, le cifre contenute – è un dato di fatto. È dunque necessario che sia chi ha un’attività di ristorazione/pizzeria, sia chi la rifornisce (la nostra forza vendita) sia aggiornato sulle tendenze, sulle preferenze dei consumatori e, ancor prima, abbia una buona preparazione di base sull’argomento.

Per non sbagliare venerdì scorso abbiamo convocato il pluricampione mondiale della pizza Gianni Calaon, che ha presentato i prodotti Demetra e Wiberg, testandoli sulla pizza in pala. Poi abbiamo parlato di street food combinando alcune referenze Davigel e Lantmannen e le nostre carni.

Prodotti Demetra e WIBERG
Come arricchire la propria pizza per renderla originale? Attraverso le mani e la creatività di Gianni Calaon rispondono Demetra Food e Wiberg. Demetra con salse e creme (la tartufata, la crema di carciofi, di tofu, di pistacchi), peperoncini gocce rosse agrodolci, porcini e funghi trifolati e molto altro. Wiberg con le spezie, pure o in blend, le erbe aromatiche, gli aceti. Tante referenze, che potranno davvero stravolgere la vostra pizza.

Prodotti Lantmannen, Davigel e gli hamburger Marchi
Venendo all’hamburger, cibo sempre più in voga nella versione gourmet, in questa sessione abbiamo coinvolto il pane (anzi i pani, perché sono svariati e tutti di alto profilo) per hamburger gourmet dell’azienda Lantmannen, il salmone e la noce di maiale con miele e arancia di Davigel, e i nostri hamburger (leggi qui). Anche qui alcuni ingredienti possono rivelarsi la chiave di svolta per rendere unico il vostro panino.

 

Per saperne di più e avere maggiori informazioni sui prodotti e le forniture scrivi a info@marchispa.it o contatta il tua agente di zona.

Tra i nostri clienti, La Villana

No Comments

L’azzardo può rivelarsi una scelta vincente…
Ma solo se fatto con competenza e lucidità!

Lo abbiamo appreso da Marco Simonetto, nostro cliente alla guida della birreria-pizzeria-braceria La Villana di Grantorto (PD), insegna nata meno di un anno fa e già punto di riferimento per chi ama bere bene, mangiando bene, in un posto con stile.
Marco è cresciuto tra i fuochi ma ora lì ci lascia gli altri: dopo anni trascorsi in cucina, tra formazione e ristorante, è inciampato nella passione per il mondo della birra artigianale… e non c’è stato verso di tornare indietro. Da qui l’idea di combinare la conoscenza e l’interesse per la gastronomia, per le materie prime di qualità e le trasformazioni ragionate ma non altezzose, alla passione birraia, per le birre corrette, di buona beva, fatte come si vuole che siano.

la-villana-pizzeria-braceria


A qualche piccolo esperimento iniziale (con volumi ridotti) ha fatto seguito una produzione vera e propria di birra artigianale, oggi visibile dall’interno del locale grazie ad una vetrata che dà sul laboratorio.
Dieci le spine, tutte homemade, da cui attingere per accompagnare pizze, burger e carne cotta alla brace.
E parliamo proprio di cibo: nelle prime, le tonde, si seguono lievitazioni lunghe (fino a 48 ore), e si persegue lo stile napoletano, ultimando con eccellenze territoriali quali fior di latte di Agerola, pomodoro di Sarno, acciughe del Cantabrico. Nel comparto burger, oltre alla scelta e alla cottura della carne e degli ingredienti per la farcitura, si presta massima attenzione al pane: è di produzione propria, ottenuto da lievito madre. E infine il registro brace, con selezioni mirate, pescate dal nostro assortimento: Green Land irlandese, Asado, controfiletto, Cuberoll, galletto (di qualità) e molto altro. Vengono preparate in un particolare forno a carbone – che valorizza morbidezza e gusto – e servite con verdure cotte alla brace e patate ratte francesi (goderecce, goderecce, goderecce!).


Nota obbligatoria per la location, ricavata brillantemente da una vecchia villa di campagna, in cui oggi si fondono l’antico e il nuovo, i pavimenti antichi alle sedie e alle luci moderne.
Si può prendere posto in bella veranda vetrata punteggiata dal verde, negli spazi esterni attigui (in estate), oppure nelle salette interne. C’ è anche un grande tavolo per la condivisione (con amici o sconosciuti), per chi predilige la convivialità.

 

BIRRIFICIO LA VILLANA

Via Regina Margherita, 42
35010 Grantorto (PD)
Email: info@lavillana.it
Telefono: +39 392 944 2592

Elaborare un menu

No Comments

Nella strategia di comunicazione di un ristorante la corretta elaborazione di un menu è un passaggio cruciale.
Il menu, infatti, è il mezzo con cui il cuoco o il ristoratore veicolano il messaggio culinario che identifica il locale, ed l’oggetto che può, fin da subito, mettere (o non mettere) il cliente a proprio agio.
Non solo, il menu è l’elemento che influenza notevolmente il profitto dell’attività: come vedremo di seguito, se si apportano i giusti accorgimenti può aiutare a massimizzare gli incassi. Abbandoniamo l’idea che sia uno sterile elenco di piatti, e iniziamo a considerarlo come una vera e propria strategia di vendita.

Consigli utili
Elaborare correttamente un menu è pratica tutt’altro che semplice. Esiste anche una disciplina che fornisce una serie di suggerimenti utilissimi per chef e ristoratori: è la Menu Engineering. L’obiettivo di questa disciplina è guidare la scelta del consumatore, “incoraggiando”  o “scoraggiando” inconsciamente il desiderio del cliente a comprare determinati prodotti e servizi.

Sono state definite alcune leve che consentono di elaborare un buon menu. Vi consigliamo di leggerle attentamente e di provare a seguirle. Provare non vi costerà nulla!

  • la leva psicologica: con il menu bisogna guidare il cliente verso la scelta “giusta”, quindi è necessario provvedere con un corretto posizionamento dei piatti e della loro descrizione.
    Il menu deve attirare e generare attenzione, negli spazi e nei modi giusti.
  • la leva costi/prezzi, per massimizzare il profitto; oltre a tenere conto del food cost del piatto, il menu dovrà prevedere un attento utilizzo del copywriting, ovvero di un codice linguistico che metta in risalto la descrizione del piatto e, in secondo piano, il prezzo. Ad esempio, evitando di incolonnare i prezzi a destra.
  • la leva del marketing per quanto riguarda il prezzo e la promozione; è quella che consente al ristoratore di fidelizzare il cliente. La comunicazione deve essere studiata in base alla tipologia di locale. Si tratta di un ristorante, di una pizzeria, di una trattoria? In basso, alcuni suggerimenti utili.
  • leva relativa alla grafica di impaginazione; importante creare nel menu alcune posizioni “strategiche” dove i piatti sono più visibili Altrettanto importante è l’utilizzo di font, grafica, colori. Tra i caratteri, il più utilizzato è il Tahoma, molto lineare e leggibile. Nei menu più tradizionali, suddivisi in tre pagine, è consigliabile utilizzare la terza facciata esterna per comunicare eventuali promozioni o serate speciali, un menu degustazione, piatti particolari, ecc…

Naturalmente, nell’elaborazione di un menu bisogna tenere ben presente che non tutti i locali sono di stessa natura.
Potremmo classificarli in tre tipologie: ristorante alto, ristorante pizzeria classico, trattoria.
Nel ristorante alto il menu dovrà mettere in risalto la qualità, la selezione delle materie prime e della cucina del microclima, con poche voci  e una descrizione dettagliata. Nel menu di un ristorante pizzeria gli elementi compositivi si devono sviluppare su: la giusta qualità con ingredienti più classici, poca cucina del microclima, molte voci nel menu con una descrizione comprensibile. Infine, nel menu della trattoria, bisognerebbe mettere in evidenza: la giusta qualità, gli ingredienti tradizionali, la rilevanza della cucina del territorio, la descrizione delle tipicità.

Nel menu, poi, possono essere inseriti anche alcuni messaggi speciali, ovvero informazioni che possono ulteriormente orientare e influenzare la scelta del cliente. Per esempio: i tempi d’attesa previsti per la preparazione di una ricetta e/o il suo costo per porzione e/o il suo peso; la descrizione delle materie prime, della loro origine, dei fornitori. I messaggi obbligatori, invece, riguardano: informazioni su intolleranze ed allergie, Iva e coperto, il divieto di fumare, l’utilizzo di alimenti surgelati e quelli rigenerati.

Ricordiamo che il menu diventa davvero “strategico” quando riesce a raccontare in modo completo il locale (la storia, la filosofia di cucina, i nomi dei componenti dello staff) e ad offrire soluzioni di ogni natura per propri clienti (dalla prenotazione del taxi, a quella dell’hotel e così via).

Involtini di Radicchio e Salmone

No Comments

Tra qualche giorno vi parleremo del nostro Salmone..
Nel frattempo vi proponiamo una ricetta semplice e sempre sfiziosa a base di Salmone e Radicchio, fornitaci da Osteria alla Pasina di Dosson di Casier (TV).

Ingredienti:
300 gr di salmone affumicato,
300 gr di radicchio rosso di Treviso,
2 bicchieri di olio extravergine d’oliva,
1 limone, sale e pepe.

Preparazione:
Affettate finemente il salmone. Suddividete in quattro partii cespi di radicchio, lavati ed asciugati e adagiateli sulle fettine di salmone. Arrotolate il tutto. Prima di servire condite con la citronette (olio, limone, sale e pepe).

Vino consigliato:
Chardonnay o tocai Villa Castalda.

Ricetta tratta dal libro di Giancarlo Pasin “Cento ricette facili con il radicchio”.

Osteria alla Pasina è una tipica osteria di campagna con una cucina tradizionale, talvolta creativa e ricercata, con piatti sia di carne che di pesce, che varia con le stagioni, spesso a km0. Andate a trovarli!

Osteria Alla Pasina
Via Marie, 3 – Dosson di Casier (Treviso)
Tel +39 0422 382112
Email www.pasina.it

Riso Acquerello, barbabietola, birra e baccalà

No Comments

Il riso Acquerello è un riso unico nel suo genere. Grazie ad un procedimento brevettato, e all’invecchiamento che raggiunge anche i 7 anni, il chicco Acquerello è  buono, ricco di amido e sano.
Sono necessari 20 delicati passaggi per ottenerlo; a partire dall’elica, ancora oggi considerata il miglior metodo per sbiancare il riso attraverso lo sfregamento dei chicchi.

Ecco come lo interpreta lo chef Alberto Basso, del Ristorante TreQuarti (Grancona – VI), in questa ricetta:

Ingredienti per 4 persone:

Per il risotto:
220 g riso
240 g estratto di barbabietola rossa
80 g Caprino fresco
1 l brodo vegetale
Grana padano Q.B.
sale e pepe Q.B.
olio Evo Q.B.
vino bianco Q.B.
succo di limone

Per il baccalà:
150 g baccalà dissalato
olio al limone Q.B
zeste di limone e arancia Q.B.

Per le sfere di birra pils:
100 g acqua
25 g sciroppo di zucchero 1 a 1
2 g alginato
125 g birra pils

Procedimento
Preparare lo sciroppo di zucchero facendo bollire per 10 minuti le stesse quantità di zucchero semolato ed acqua.
Abbattere immediatamente.
Una volta raffreddato, frullare 25gr su 100 gr di acqua aggiungendo 2 gr di alginato e facendo attenzione ad eliminare le bolle di aria mettendo il composto sottovuoto.
Aggiungere 125 gr di birra pils e lasciar riposare per 4 ore.
Trascorse le 4 ore preparare una soluzione di acqua e calcio (1lt – 10 gr calcio) e comporre le sfere.
Lavare in acqua e conservare in frigo.
Preparare il brodo vegetale.
Togliere la pelle dal baccalà, farlo marinare con olio al limone, sale, pepe, zeste di limone e arancia per circa 2 ore.
Ultimata questa procedura, mettere sottovuoto il baccalà.
Cucinare a 65°C per circa 20 minuti.
Tostare il riso con poco olio EVO e sfumare con vino banco.
Una volta evaporato iniziare a bagnare il riso con il brodo e, a metà cottura, aggiungere metà estratto di barbabietola.
Portare il riso a cottura e, in fase di mantecazione, aggiungere il rimanente estratto di barbabietola, il caprino, poco olio e parmigiano.
Togliere il baccalà dalla vasca del roner, aprire il sacchetto ed eliminare il liquido in eccesso, condire con poco olio.
Impiattare il riso, adagiarvi sopra 5/6 pezzettini di baccalà, poi 13/15 sfere a seconda della grandezza e foglie fresche di melissa.


Ristorante Tre Quarti
Grancona (VI)
Tel. 0444 889674
www.ristorantetrequarti.com

Tra i nostri clienti, Hostaria Dai Bastardi

No Comments

Un nome e un logo che innescano curiosità: ecco “l’immagine” pensata da Massimiliano Fardin per il suo ristorante-hostaria “Dai Bastardi”, a San Marco di Resana (TV).

Il meticcio, il bastardo, è semplice e noi ci rivolgiamo ai nostri clienti con semplicità, senza precludere a nessuno la possibilità di sedersi al tavolo ” ci ha tenuto a sottolineare Massimiliano.
E infatti…

L’ambiente Dai Bastardi “accoglie”, tra colori caldi e stile rustico, e un grande camino a centro sala dove la brace alloggia sempre viva. Il menu, che è rigorosamente incentrato sulla carne, apre le porte  a cene e pranzi per tutte le misure: per chi desidera mangiare buone pietanze regionali al giusto prezzo, o per chi è intenzionato a fare una vera e propria parata di assaggi carnei, prevalentemente di manzo.
Pensate, nell’archivio qui troviamo 35 ricette solo per le tartare, che si alternano nel corso delle stagioni, con ingredienti e abbinamenti sempre diversi. Senza contare altre bellissime trovate, come lo spaghetto quadrato integrale mantecato al tartufo, con tartare di Fassona Piemontese e formaggio Mimolette, e tutti i salumi e gli insaccati che Massimiliano acquista dal nostro catalogo, sempre proposti come godurioso inizio.

Con lui collaboriamo da poco più di un anno, ma abbiamo trovato subito affinità: al primo posto, per entrambi, c’è la qualità delle materie prime. “Il 70% della riuscita di una carne cotta alla brace è dato dalla qualità del taglio. E su questo non transigo, perché le differenze sono nette”. Ne siamo convinti Massimiliano… ma, aggiungiamo noi, abbiamo bisogno anche di mani sensibili ed esperte come le vostre!

Non vi resta che andare a trovarli…e contattarci se volete, anche voi, scoprire tutte le nostre referenze.

Hostaria Dai Bastardi
Via Monte Grappa 2, 31023
San Marco di Resana (TV)
+39 345 938 8988

 

 

L’igiene in cucina: alla base della sicurezza alimentare       

No Comments

L’igiene in cucina è fondamentale per salvaguardare la sicurezza dei consumatori.

Sì, è vero, e siamo tutti d’accordo. Ma quanti operatori rispettano effettivamente le norme e le buone prassi igieniche?
Ecco qui, in sintesi, qualche prezioso accorgimento, da approfondire consultando il sito dell’OMS (Organizzazione Mondiale Sanità) e le leggi relative alla sicurezza e all’igiene in cucina.

L’igiene personale
Partiamo dalle mani: sono il veicolo batterico più importante, per cui devono essere impeccabili. Il lavaggio va fatto con sapone e acqua calda e deve avvenire sempre tra una preparazione e l’altra. Gli asciugamani devono essere puliti, meglio se monouso. Le unghie, mantenute corte e senza smalto. Sono vietati anelli, braccialetti, orologi, perché facilitano le contaminazioni batteriche. I capelli, infine,vanno sempre raccolti e coperti con un copricapo.

L’abbigliamento
In cucina è necessario un abbigliamento apposito, conforme alle norme sulla sicurezza, e dev’essere utilizzato solo durante le ore di lavoro. Meglio se di colore chiaro, così da poter individuare eventuali residui di sporco.

L’igiene e la conservazione dei cibi
E’ bene controllare accuratamente che la merce acquistata non presenti danni alle confezioni. Ed evitare, servendosi di coperchi e pellicole, il contatto degli alimenti con l’aria. Per i cibi serviti caldi bisogna raggiungere almeno i 70°C al cuore. In fase di raffreddamento, la temperatura dovrebbe scendere dai 65 ai 10 °C in un periodo di tempo non superiore alle due ore, per ridurre il rischio di contaminazioni batteriche.

Lo scongelamento
È opportuno scongelare gli alimenti in frigorifero ( in particolare la carne e il pesce ) e non a temperatura ambiente: gli sbalzi di temperatura che potrebbero provocare la proliferazione di batteri ed altri microrganismi e, oltretutto, alterarne il sapore.

L’assaggio
Se si assaggia una pietanza in preparazione bisogna prestare molta attenzione: la saliva non deve andare a contatto con il prodotto. Quindi, è bene servirsi di cucchiai diversi e puliti per ogni assaggio.

Il lavaggio
La lavastoviglie andrebbe riprogrammata sempre in base al carico. Questo per evitare che rimangano residui di cibo sulle stoviglie: una superficie ideale per la proliferazione batterica.

 

Nel nostro catalogo disponiamo di moltissimi prodotti per la detersione e sanificazione degli ambienti di lavoro, nonché di indumenti per vivere la cucina in comodità e sicurezza. Contattateci!

Sformatino di Buon Enrico con Gelatina di pomodoro datterino e ricotta affumicata

No Comments

Lo conoscente il Buon Enrico?
E’ lo spinacio selvatico! Un’erba piuttosto diffusa in Italia, nota per le sue proprietà curative. In cucina si utilizzano soprattutto le foglie basali più giovani e tenere che, dopo essere state lavate con cura, possono essere cotte e condite oppure impiegate in gustose ricette.
Eccone una, suggeritaci dallo chef Antonio Dal Lago del ristorante Casin Del Gamba.

Ingredienti per quattro persone

PER LO SFORMATINO
600g di Buon Enrico (spinacio selvatico)
100g di patata lessata
un uovo intero + un tuorlo
50g di panna fresca
un cucchiaio di Parmigiano Reggiano
una fetta di pancetta
mezza cipolla
olio extra vergine di oliva, sale, pepe

In una padella rosolare senza colorare la cipolla tritata in un cucchiaio di olio con una fetta di pancetta aggiungere 400g di buon enrico e fare appassire per tre minuti con il coperchio.
Togliere la pancetta, unire le patate lessate, un cucchiaio di parmigiano e passare al cutter.
Unire le uova e la panna, mescolare bene.
Versare negli stampi e cuocere al forno a bagnomaria per 25 minuti.
Friggere in olio di oliva i restanti 200g di enrico e sgocciolare per usarli come decorazione.

 

PER LA GELATINA DI POMODORO
200g di pomodoro datterino
due foglie di basilico
5g di colla di pesce
sale

Lavare e sgocciolare i pomodori e frullare con sale e basilico, ammollare la colla di pesce
e scioglierla in un tegamino, aggiungere alla salsa di pomodoro e mescolare bene.
Preparare una teglia e versare in modo da avere uno spessore di 1 cm circa e un a volta raffreddato tagliare a cubetti.

PER LA RICOTTA MANTECATA
100g di ricotta
30g di latte intero
olio extra vergine di oliva, sale

Frullare e montare la ricotta con un cucchiaio di olio etra vergine, sale e latte fino ad ottenere una crema.

IL PIATTO
Comporre il piatto adagiando lo sformatino intiepidito su un piatto rigorosamente freddo,
una quenelle di ricotta, la gelatina di pomodoro e decorare con le foglie fritte.

 

Ristorante Casin Del Gamba
Altissimo (VI)
Tel. 0444 687709, 327 7776288
www.casindelgamba.it

Fornitura prodotti alimentari: 2000 mq in più al servizio della qualità

Commenti disabilitati su Fornitura prodotti alimentari: 2000 mq in più al servizio della qualità

Come potervi offrire un servizio di fornitura prodotti alimentari impeccabile, veloce e davvero utile per il vostro ristorante? Puntando sulla selezione accurata, come facciamo da oltre 50 anni, e su una logistica chiara e spazi adeguati.

Progettazione e tecnologia sono le parole chiave che hanno animato il nostro rinnovamento aziendale durante il 2016 e il 17 dicembre abbiamo inaugurato con orgoglio ben 2000 mq di ampliamento della nostra sede.

Ecco cosa abbiamo creato per voi:

LOGISTICA E SPEDIZIONE

1100 mq per il nuovo impianto dedicato alla logistica e alle spedizioni. L’intera nuova area dedicata alla logistica è a temperatura controllata con ben sette baie di carico/scarico. Questi nuovi spazi ci consentono di gestire flussi di merci consistenti, con una media di 250 bancali in partenza ogni giorno.

LAVORAZIONE DELLA CARNE

Sono 400 i metri quadri dedicati alla lavorazione della carne. Il nuovo reparto è suddiviso in diverse aree:

  • la zona di scarico merce in arrivo con 2 baie riservate,
  • la zona lavorazione e preparazione carni rosse,
  • la zona lavorazione e preparazione carni bianche,
  • la cella di frollatura carne (con sistema dry-age, che favorisce la produzione di carni particolarmente tenere),
  • la zona di confezionamento standard e ad atmosfera modificata (sottovuoto),
  • la cella carni crude.

Abbiamo studiato e progettato questi nuovi spazi partendo dal prodotto: vogliamo seguire tutto l’iter di lavorazione, conservazione e confezionamento della carne in modo scrupoloso, per garantire carni morbide, gustose, capaci di mantenere a lungo le loro qualità organolettiche. Con una gestione così organizzata di tutto il processo di produzione di carne per ristoranti, riusciamo ad ascoltare e risolvere qualsiasi desiderio specifico di taglio, confezionamento e consegna. 

CELLE DEI FRESCHI

Anche la sezione dei freschi è stata ampliata con 500mq di nuove celle, raddoppiando lo spazio dedicato alla gestione e al mantenimento dei prodotti freschi. Ogni giorno, possiamo conservare in maniera ottimale qualsiasi alimento e consegnarvelo sapendo di offrirvi un prodotto profumato e saporito, perfetto per le vostre cucine.

Finalmente la Selezione Veneta Marchi è seguita dall’inizio (con la scelta degli allevamenti e dei capi di bestiame) alla fine (con lavorazione e confezionamento gestito internamente) per concludersi con la consegna diretta (affidata solo a personale Marchi). 

A voi non resta che scegliere cosa volete preparare e servire ai vostri clienti. Scopri QUI la nostra Selezione di #QualitàVenetaMarchi

Alla fornitura prodotti alimentari pensiamo noi! 

Contattaci

Distribuzione alimentare in Veneto: la carne di manzo.

Commenti disabilitati su Distribuzione alimentare in Veneto: la carne di manzo.

Pezzata polacca, manzo irlandese e qualità Veneta: la distribuzione alimentare in Veneto di Marchi è questione da intenditori.

Da oltre 50 anni ci occupiamo di distribuzione alimentare in Veneto, Friuli e Trentino Alto Adige ma sapete cosa facciamo davvero ogni giorno? Rispondiamo ad una semplice domanda: come possiamo fornire prodotti alimentari genuini ai nostri cuochi, come riusciamo a farli felici? Scovando per loro la carne e gli ingredienti più freschi, sicuri e certificati!

La selezione della carne è uno degli aspetti che ci rende più soddisfatti del nostro lavoro. Con la nostra esperienza abbiamo individuato i migliori allevamenti di carne bovina, suina e avicola, sappiamo garantire la tracciabilità della carne e, grazie alle nostre celle a temperatura controllata e a al nostro reparto di macellazione e pezzatura, possiamo fornire ai nostri clienti esattamente ciò che cercano, pezzo per pezzo!

Cosa ci rende diversi da gli altri fornitori alimentari? Quali sono i nostri fiori all’occhiello, le nostre specialità per ristoranti?

Eccole qui:

MANZO IRLANDESE

Il Manzo Irlandese è una razza nobile allevata in verdissimi e ampi pascoli. La possibilità di muoversi liberamente, di ruminare e di alimentarsi prevalentemente di erba (con l’aggiunta di bocconcini ricchi di proteine vegetali derivanti da siepi) conferiscono proprietà straordinarie alla carne. Morbidezza, marezzatura e gusto sono le caratteristiche principali delle razze più antiche, tra cui l’Angus Irlandese, l’Hereford, la Dexter e la Shortorn.

SCOTTONA PEZZATA POLACCA

Una carne di qualità eccellente originaria della Polonia settentrionale (ex Prussia) è conosciuta anche come Scottona Pezzata del Mazury (regione dei Mille Laghi). Vive allo stato brado e ciò le conferisce una marezzatura molto spiccata, paragonabile in termini di qualità al manzo di Kobe. é una carne particolarmente tenera e dal gusto intenso. L’integrazione della barbabietola da zucchero nell’alimentazione dell’animale, arricchisce la carne di note dolci, che in cottura favoriscono la reazione di Maillard (crosticina della bistecca e mantenimento dei succhi della carne all’interno).

CARNE BOVINA VENETA

Tutta la carne bovina che proponiamo ai nostri clienti ristoranti (distribuzione alimentare in Veneto, nelle sue principali province e regioni limitrofe) proviene da allevatori esclusivamente veneti (un gruppo di consociati di 150 allevatori, tra privati e cooperative). Perchè siamo certi che la carne che offriamo sia di qualità? Perchè i bovini seguono una alimentazione controllata e equilibrata per tutta la loro crescita (con prodotti vegetali no OGM), e il benessere dell’animale è sempre al primo posto. Il risultato è una carne dal colore chiaro, molto tenera e dal sapore equilibrato.

Vuoi provare la qualità della Selezione Veneta Marchi? Contattaci subito e un nostro agente ti aiuterà a trovare ciò che stai cercando!