www.marchispa.it

Azienda

Cooking Room: le novità, i test e le promo

No Comments

In questi giorni d’estate la nostra cooking room è rovente e dinamicissima.

In un lungo pomeriggio di formazione e aggiornamento abbiamo testato svariate referenze: dagli oli ai prodotti per pasticceria, dai brodi granulari ai fondi, fino ai prodotti di carta per uso in cucina.

Con Olitalia
Con l’azienda leader per la produzione di oli per il canale Ho.Re.Ca siamo entrati nel vivo della novità Dedicati, gli oli specifici per accompagnare pasta, carne, pesce, verdure e pizza (ve ne parleremo a breve). Abbiamo poi nuovamente rilevato le grandi performance di  Frienn, l’olio di girasole alto oleico (con aggiunta di antiossidanti naturali in parte estratti dal rosmarino) specifico per la frittura e stabile alle alte temperature.

Con DEBIC
I focus della presentazione condotta da Debic sono stati: panne da cucina, burri e preparati per dessert.
In particolare:

  • Prima Blanca. Una panna molto performante, che conferisce struttura a decori, rifiniture, semifreddi gusto frutta e pasticceria mignon)
  • Stand&Overrun. Ideale per preparare mousse, bavaresi, creme leggere estive, farciture soffici)
  • Culinarie. Una panna da cucina ideale per primi e secondi piatti, salse, creme, spume)
  • Dessert. Una linea di dessert semplicissimi da preparare e di grande impatto. In due versioni: da montare (parfait, tiramisù, mousse au chocolat); da scaldare (panna cotta, creme brulèe, creme caramel).

Con Lucart
Lucart è una solida e grande azienda produttrice di carta. Abbiamo avuto modo di conoscerne la vastità dell’assortimento, e di testare i prodotti Lucart, capaci di soddisfare le esigenze degli operatori della ristorazione rispettando la natura.

Con Well Alimentare
Abbiamo parlato di chef to chef, la linea che Well Alimentare ha ideato per la ristorazione commerciale canale Ho.Re.Ca, che contempla brodi granulari, fondi e insaporitori con texture ed armonie di sapori a disposizione dei cuochi più esigenti per realizzare veri capolavori in cucina.

Per conoscere i prodotti, testarli scoprire le offerte del mese di Luglio e inserirle nell’ordine contatta il tuo agente di zona o scrivi a info@marchispa.com!

Il Bacon dal nostro assortimento

No Comments

Per ricche colazioni in pieno stile anglosassone, per farcire come si deve ottimi hamburger, o semplicemente da gustare così.
Il bacon, pur essendo un prodotto non legato alle tradizioni culinarie nostrane, è entrato nelle grazie di moltissimi consumatori e operatori. Merito del gusto deciso tendente all’affumicato, della croccantezza, e del grasso che, sciogliendosi, conferisce un sapore unico al panino, alle uova, e a qualsiasi altra pietanza in abbinamento.
Occhio però a scegliere bene la tipologia di bacon e a cuocerlo  a seconda del risultato che volete ottenere!

Il prodotto
Per la preparazione del bacon non si usa necessariamente la pancia del suino.
Lo dice anche il nome, che origina dal termine antico bacoun, ovvero parte posteriore del maiale.
Si può ricavare da svariati tagli: il back bacon proviene dal lombo ed è abbastanza magro; il jowl bacon, ottenuto dalla gola, il cottage bacon, derivante, invece, dalla spalla; e lo slab bacon proveniente da tagli minori laterali. La carne, dopo essere stata porzionata, viene e messa in salamoia ed essiccata, a volte anche per alcuni mesi. Viene poi cotta in forno, al vapore, oppure bollita o affumicata. Sono proprio la varietà di tagli e la successiva cottura a  differenziare nettamente il bacon dalla nostra pancetta tesa.

Dal nostro assortimento
Il bacon che vi proponiamo oggi proviene dall’Austria da un’ottima carne di maiale messa in salamoia ed affumicata.
È già pre-affettato, per un utilizzo comodo e immediato.
Per ulteriori informazioni sul prodotto e sulla fornitura chiedete al vostro agente di zona o inviateci una mail a info@marchispa.com!

Pizza e Street food in Cooking-room

No Comments

La pizza e lo street food hanno sempre più estimatori – per la praticità al consumo, la velocità all’acquisto, le cifre contenute – è un dato di fatto. È dunque necessario che sia chi ha un’attività di ristorazione/pizzeria, sia chi la rifornisce (la nostra forza vendita) sia aggiornato sulle tendenze, sulle preferenze dei consumatori e, ancor prima, abbia una buona preparazione di base sull’argomento.

Per non sbagliare venerdì scorso abbiamo convocato il pluricampione mondiale della pizza Gianni Calaon, che ha presentato i prodotti Demetra e Wiberg, testandoli sulla pizza in pala. Poi abbiamo parlato di street food combinando alcune referenze Davigel e Lantmannen e le nostre carni.

Prodotti Demetra e WIBERG
Come arricchire la propria pizza per renderla originale? Attraverso le mani e la creatività di Gianni Calaon rispondono Demetra Food e Wiberg. Demetra con salse e creme (la tartufata, la crema di carciofi, di tofu, di pistacchi), peperoncini gocce rosse agrodolci, porcini e funghi trifolati e molto altro. Wiberg con le spezie, pure o in blend, le erbe aromatiche, gli aceti. Tante referenze, che potranno davvero stravolgere la vostra pizza.

Prodotti Lantmannen, Davigel e gli hamburger Marchi
Venendo all’hamburger, cibo sempre più in voga nella versione gourmet, in questa sessione abbiamo coinvolto il pane (anzi i pani, perché sono svariati e tutti di alto profilo) per hamburger gourmet dell’azienda Lantmannen, il salmone e la noce di maiale con miele e arancia di Davigel, e i nostri hamburger (leggi qui). Anche qui alcuni ingredienti possono rivelarsi la chiave di svolta per rendere unico il vostro panino.

 

Per saperne di più e avere maggiori informazioni sui prodotti e le forniture scrivi a info@marchispa.it o contatta il tua agente di zona.

La cottura sottovuoto

No Comments

La cottura sottovuoto è una tecnica che spopola tra i cuochi odierni. La ragione di tale successo è senz’altro legata all’insieme di vantaggi che essa comporta: vantaggi che riguardano la resa, le qualità organolettiche della pietanza, la salubrità, l’ottimizzazione dei tempi in cucina.
Anche se vi sono ancora svariate possibilità in termini di evoluzione, perfezionamento e sperimentazione, cerchiamo di darvi qualche nozione e qualche spunto di riflessione su questo importante capitolo della cucina moderna.

Intanto… cosa significa cuocere sottovuoto?
La cottura sottovuoto è, sostanzialmente, una tecnica di cottura a bassa temperatura che consiste nel cuocere gli alimenti all’interno di speciali sacchetti di plastica posti in acqua ad una temperatura che che va dai 50°C ai 100°C. Gli alimenti prima di essere inseriti nei sacchetti vengono assemblati e conditi a crudo (ad esempio con erbe aromatiche, spezie, ortaggi, olio ecc), quindi svuotati dall’aria interna tramite la macchina del sottovuoto. Il tempo di cottura può durare da pochi minuti fino a molte ore e, una volta cotto, l’alimento può essere servito oppure conservato in frigorifero o freezer.

I vantaggi
Dicevamo, la cottura a bassa temperatura porta con sé diversi vantaggi; innanzitutto cuocendo l’alimento nel sacchetto si evita il diretto contatto con l’ambiente esterno di cottura, quindi l’ossigeno non ha possibilità di penetrare all’interno e di provocarne l’ossidazione. E poi, con questa tecnica non vengono alterati né il colore né le proprietà nutritive degli alimenti. La conservazione del prodotto si allunga fino a tre volte (poiché l’assenza di ossigeno rallenta la proliferazione batterica e l’ossidazione degli alimenti) e, inoltre, si può cuocere anche senza l’aggiunta di grassi.

Cosa cucinare
Carne: i tagli più morbidi rimangono integri; quelli più duri si allentano (molti chef stanno sperimentando questa tecnica con le nostre carni).
Pesce: si presta alla cottura a bassa temperatura, soprattutto il salmone, perché non subisce rosolature o arrostimenti e mantiene un sapore e un profumo naturali. Stesso vale per crostacei e molluschi che possono facilmente diventare coriacei se cotti ad altre temperature, invece la bassa temperatura garantisce un risultato finale tenerissimo.
Verdure: sono ottime cotte in questo modo e in particolare le verdure a radice, come le carote e le rape, che mantengono il loro colore brillante e il loro sapore
Frutta: indicata in particolare quella suscettibile di ossidazione come le mele, le pere, le banane e l’ananas.

Avete già provato questa tecnica? Quali dei nostri prodotti cuocete sottovuoto?
Raccontatecelo scrivendo a info@marchispa.com

L’hamburger: un cibo che piace

No Comments

Tra i cibi che in questi tempi spopolano ce n’è uno che non è nato Italia ma si è innestato con grandi risultati: l’hamburger! Facile e veloce da preparare, si può proporre in tante varianti, è gustoso, ed è nelle piene grazie di giovani e  adulti. A testimoniarlo le recenti aperture di hamburgerie; in questi locali il medaglione di carne è abbinato a ingredienti diversi, a cominciare dal pane,  al formaggio, alle verdure fino alle salse in abbinamento.

Il nostro hamburger
Oggi vi vogliamo proporre il nostro hamburger, realizzato con una ricetta tutta nostra, in cui l’ingrediente irrinunciabile è l’equilibrio: tra componente magra e componente grassa, affinché il vostro hamburger sia un prodotto di struttura, ma anche avvolgente all’assaggio. I nostri hamburger vengono prodotti esclusivamente con carni provenienti da allevamenti controllati e garantiti da certificazione sanitaria, perchè ci teniamo a darvi un prodotto certificato, sano, che sia una garanzia di salute e gusto anche per i vostri clienti. Li vendiamo con pezzatura standard di 200gr in confezioni da 8 pezzi.

Suggerimenti di cottura
Come si cuoce correttamente l’hamburger? Accendete la piastra, in primis, dev’essere ben calda. I tempi variano naturalmente in base all’altezza del pezzo; se volete una cottura media, non andate oltre i 2/3 minuti per lato.
Ricordatevi comunque di chiedere  ai vostri clienti come lo preferiscono: alcuni lo prediligono al sangue, altri ben cotto.
Girate l’hamburger una volta sola senza punzecchiare la carne per evitare che i succhi contenuti al suo interno fuoriescano… è grazie a loro che la polpetta rimane morbida e succulenta, anche a cottura ultimata.

Conquistare il cliente
Se avete un ottimo hamburger tra le mani (come il nostro!) e volete preparare un panino memorabile avete due alternative: affidarvi alla farcitura classica in stile americano (ovvero con Cheddar, pomodoro, insalata, cipolla e maionese) o inventarvi un’alternativa tutta italiana, utilizzando ingredienti locali e di stagione, freschi o da conserva. Per esempio, in questo periodo: le erbe primaverili, gli asparagi, i formaggi veneti come il Morlacco, il Bastardo, la Casatella, e qualche ingrediente a goccia che dà un tocco originale, come l’Aceto Balsamico di Modena.

Per maggiori informazioni sul prodotto e sulle modalità di fornitura contattateci.
Se avete un locale e volete inviarci la vostra versione di hamburger gourmet scrivete a giuliazampieri@salaecucina.it

Futura Food Network, l’innovativa rete d’imprese nel food service

No Comments

In un mercato, quello del fuori casa, che è cresciuto costantemente, anche durante il decennio della crisi, cambiando radicalmente visioni e strategie, diventa indispensabile sviluppare nuove politiche di aggregazione tra le imprese distributrici. In Italia, infatti, è ancora troppo parcellizzato il settore per consentirne la necessaria evoluzione in termini di servizio.
Nasce da queste considerazioni l’innovativo progetto di rete d’imprese che ha portato, nei giorni scorsi, alla nascita di Futura Food Network: dodici aziende attive nel food service che hanno condiviso una strategia di mercato, attraverso quello che è stato definito uno scambio guidato esperienziale formativo.

In cosa consiste questo percorso lo racconta Franco Gialdini, presidente di Futura Food Network: “Una visione comune è quella che sta alla base della nostra rete d’imprese: la consapevolezza che oggi, per affrontare un mercato complesso e articolato come quello del fuori casa è necessario condividere le diverse esperienze ed essere portatori di solidità, economica e finanziaria ma anche culturale. Le aziende che hanno aderito, fin dalle prime battute, hanno tutte un vissuto di conoscenza del mercato che, portato a sintesi, ci mette in condizioni di essere, fin d’ora, competitivi e fortemente dinamici. Nonostante questo abbiamo delineato un percorso che vede, prima di ogni altra azione, un investimento nella formazione”.
S.E.GUI., acronimo di Scambio Esperienziale Guidato, è il fil rouge delineato da Mauro Entradi, consulente della rete d’imprese, che accompagna la crescita di Futura Food Network: incontri tra gli operatori sulle diverse tematiche che riguardano la filiera del fuori casa: incentivazione della forza vendita, scenari dei mercati alimentari, evoluzione della logistica, strategie di comunicazione e marketing, sono alcuni dei temi di confronto e condivisione di Futura Food Network.
In un secondo tempo subentreranno le relazioni verso l’industria e la ristorazione organizzata, con l’obiettivo di sviluppare strategie volte a ottenere sinergie a favore di tutti i partecipanti della rete sulle attività gestionali, commerciali, logistiche, anche attraverso la condivisione dei processi aziendali.

All’atto fondativo di Futura Food Network hanno concorso le seguenti imprese di distribuzione nel food service: Amelia 3 di Amelia (TR), Bergel+ di Zanica (BG), Cecioni Catering di Calenzano (FI), Famiglia Cooperativa Pinzolo di Pinzolo (TN), F.lli Tondini di Cavriana (MN), Foppa di Egna (BZ), GP Food di Ponte Buggianse (PT), Madia di San Quirino (PN), Marchi SPA di Romano d’Ezzelino (VI), RZ Service di Corte Franca (BS). Altre due hanno già confermato la propria adesione: Nigro Catering di Modica (RG) e Sapori di Toscana di Monteriggioni (SI).
Il neoeletto consiglio d’amministrazione è composto da: Franco Gialdini (presidente), Peter Foppa (vice-presidente), Alessandro Piazza, Michael Caldara, Federico Posati.

Olis Ali: un partner di fiducia

No Comments

Ricordate la nostra funzionalissima e bellissima Cooking Room? Ve ne abbiamo parlato qui -> http://www.marchispa.it/inaugurazione-cooking-room/ proprio in occasione dell’inaugurazione.

Per la cucina e le attrezzature – e anche questo ve lo avevamo già detto – ci siamo affidati ad un partner d’eccellenza: Olis Ali, leader mondiale nel campo della produzione e distribuzione di apparecchiature per la ristorazione professionale. Una sinergia, quella creatasi con l’azienda bellunese, che nasce da una visione comune, e che continuerà a darci grandi soddisfazioni e idee, sotto il segno della qualità e innovazione. Abbiamo chiesto a Giulio Perenzin, nostro interfaccia in questo progetto, di raccontarci come è nato il rapporto tra Marchi e l’azienda Olis.

Come avete incontrato Marchi e quali sono stati i primi punti d’incontro?

La conoscenza con la ditta Marchi è iniziata grazie ad un nostro collaboratore tecnico della zona di Bassano. Già dal primo incontro con Andrea Marchi abbiamo capito l’importanza della collaborazione tra le due aziende visto che si creava un interessante punto d’unione tra un’azienda specialista nella distribuzione di prodotti alimentari di qualità e un’azienda specialista nella realizzazione di impianti e macchinari atti a valorizzare la preparazione e la cottura di tali prodotti.
La domanda che è sorta spontanea da tali incontri è stata: perché nell’era di internet, in cui ogni individuo ha accesso con facilità a qualunque tipo di informazione, ma non può fare delle valutazioni concrete e reali, abbiamo pensato di realizzare una rete capillare che sopperisca a questo problema con metodo e professionalità coprendo un’area del settore ben definita.

Interessante. Però si spieghi meglio..

Oggi qualunque cosa può essere acquistata in internet. Talvolta, per non dire spesso, l’offerta è mediocre e di bassissima qualità; noi, non avendo l’opportunità di motivare in modo adeguato la qualità e la tecnologia dei nostri prodotti attraverso il web, spesso ci ritroviamo a discutere esclusivamente di prezzo.
Visto che ambedue le aziende – Marchi spa e Olis Ali – sono agli antipodi rispetto a tale filosofia, ovvero mettono a primo posto la qualità (e certo, tenendo anche conto del buon rapporto qualità – prezzo) abbiamo deciso di creare questa sinergia “tangibile” che speriamo ci possa aiutare reciprocamente ad interloquire direttamente con il ristoratore per potergli proporre delle soluzioni innovative e tecnologiche. Il tutto, naturalmente, per migliorare la qualità del lavoro e del servizio che lo stesso ristoratore può offrire.

Non vi resta che venire partecipare ai nostri eventi in cooking room e testare con noi le attrezzature Olis Ali!

Olis Ali
Via del Boscon, 424, 32100
Belluno (BL)
www.olis.it

Tra i nostri clienti, Villa Eire

No Comments

Paolo e Renzo Pachera hanno da poco festeggiato i 15 anni di attività con il loro Ristorante-Pizzeria Villa Eire! Come potevamo non complimentarci con loro per questo importantissimo traguardo?
A questo punto cogliamo l’occasione per raccontarvi di questo incantevole indirizzo e della sua ampissima offerta gastronomica.

Villa Eire si trova sulle colline moreniche veronesi, precisamente a Sona, all’interno di un bellissimo parco naturale. Sin dall’apertura, avvenuta nel 2002, i fratelli Pachera hanno puntato su un’attività ristorativa attenta alle tradizioni, alle tipicità della provincia scaligera e del Veneto, e in senso più ampio alla qualità e salubrità degli ingredienti.
Con loro lavoriamo da appena un anno, ma siamo certi che questo rapporto si consoliderà nel tempo, visti i primi passi positivi mossi assieme, gli obiettivi e i valori condivisi.

La cucina di Villa Eire parla italiano, con molte pietanze che rimandano alla nostra regione, come i bigoli all’Amarone, e tante altre di impronta mediterranea in cui è il pesce ad essere il protagonista. Il nostro paniere di prodotti soddisfa questo ricco menu, e si adatta a qualsiasi loro richiesta spaziando, in ampiezza e profondità, dalla carne al pesce, dai formaggi ai vegetali, e molto altro ancora. A Villa Eire c’è anche un consistente reparto pizza con proposte davvero interessanti. Con un pizzico di orgoglio diciamo che ce n’è una, preparata con ben 9 ingredienti che provengono tutti dal nostro catalogo.

I fratelli Pachera vi aspettano, e noi pensiamo di unirci a voi!

 

VILLA EIRE | CUCINA E PIZZA
Località Giarola
Via Fusara 3, I-37060 Sona (VR)
Tel. +39 045 6081185
E-mail info@villaeire.it

www.villaeire.com

Le Cedrare

No Comments

Con il Ristorante Le Cedrare e la famiglia Sagramoso, di Illasi (VR) , lavoriamo da 13 anni. Un rapporto longevo, basato sulla fiducia e sullo scambio.

Le Cedrare sorge all’interno della magnifica villa settecentesca Perez-Pompei-Sagramoso.
Il nome, l’avrete capito è un chiaro richiamo ai frutti: gli spazi del ristorante sono ricavati all’interno di serre in cui nei mesi invernali venivano conservate la piante di agrumi. Tutt’intorno vi è un ampio e curato giardino, che offre la possibilità di passeggiare e ammirare il Castello d’Illasi.

In questo luogo ricco di fascino ed eleganza si è innestata la cucina dello chef Marcantonio Sagramoso,  accompagnato nella gestione della sala dalla moglie Eleonora Gozzo.
Marcantonio è un valido rappresentante di una cucina ricercata e curata nei dettagli; una cucina che lui definisce “di mondo, ma con innesti locali”. D’altronde, grazie alle tradizioni assimilate dalla madre di origine olandese si è interessato al mondo delle spezie, e ha maturato conoscenze sui prodotti del sud-est asiatico. Con i dieci anni di significativa gavetta (dall’ “Antica Pesa” dello chef Fabio Tacchella, al “Four Season” di Milano, a fianco allo chef Sergio Mei; dal Cip’s Club dell’Hotel Cipriani di Venezia all’ Hotel K Club 5 stelle di Krizia ai Caraibi) la sua contaminazione culinaria è cresciuta e si è via via perfezionata, trovando una propria identità. Ma Marcantonio non ha mai “rinnegato” le proprie origini: le tradizioni culinarie assorbite durante l’infanzia, del territorio veronese e veneto, si ritrovano ancora nitide nei suoi piatti, sotto altre forme.

Il nostro impegno è fornirgli prodotti locali, ma anche di reperibilità e provenienza più remota, per consentirgli di esprimere una cucina dal respiro internazionale. Con il nostro pesce, per esempio, realizza un’insalata tiepida di gamberi, calamari, e seppioline, servita con crema di prezzemolo. Con la nostra spalletta di vitello, invece, ci ha abbinato le note fresche del limone e il dolce “astringente” del melograno.

Consigliamo di andare a trovarli!

Le Cedrare
Stradone Roma 8 37031 Illasi VR
Tel. 045-6520719 347-3809062
Email: info@lecedrare.it

Da Cosmofood, grazie di cuore

No Comments

Siete venuti in tanti, tantissimi, a trovarci a Cosmofood 2017.
Pensate, in queste quattro intensissime giornate di fiera abbiamo raggiunto nel nostro stand, tra clienti e professionisti del settore, quota 700 coperti. E questo per noi è davvero un grande risultato.

Ma al di là dei numeri, ciò che più ci interessa è avervi potuti incontrare uno ad uno, e aver potuto dedicare le giuste attenzioni e il giusto spazio a prodotti di assoluta eccellenza. Insieme abbiamo assaggiato tante pietanze forniteci dai nostri partner (che vi elenchiamo in calce), apprezzato la funzionalità di innovative attrezzature per la cucina, goduto della bravura e della simpatia dello chef  Gaetano Ragunì e del suo efficientissimo staff, degustato le buonissime pizze di Gianni Calaon Campione Mondiale della pizza in pala, e brindato a dovere con le ottime bollicine di Tenuta Villa Sandi.

Questa presenza in fiera rappresenta per l’azienda Marchi e per il suo organico un punto di partenza per affermare una grande (e raggiungibilissima) ambizione:

Vogliamo rendere felici i clienti dei nostri clienti!

 

Azove Carni    www.azove.it

Surgital    www.surgital.it

Orogel     www.orogel.it

Davigel www.davigel.it

Latteria Montanari   www.latteriamontanari.it

Cirio Alta Cucina  www.cirio.it

Olis Ali   www.olis.it

Debic.com   www.debic.com

Sopas   www.sopascarni.com

F.lli Guerriero  www.guerrierosrl.it

Villa Sandi   www.villasandi.it